Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

Bluesman

Il blues, come noto, è un genere che raramente ispira allegria. E’ il canto degli schiavi nelle piantagioni di cotone. I testi spesso trattano di donne lasciate o perdute, di bevute per dimenticare, di amici andati ecc.

Il tutto è raccontato con un certo tono dissacratorio e lontano dai canoni della gente bene.

Bhe, che dire, dissacratorio lo sono sempre stato, donne ne ho perdute, bevute ne ho fatte e amici ne ho lasciati. In più ho la tristezza di essere stonato e non conoscere le note per cui non posso nemmeno cantare per sfogarmi.

Adesso, ditemi voi, sono o non sono un perfetto bluesman? D’altronde bluesman ci si nasce non ci si diventa… e io lo nacqui modestamente!

Annunci

13 luglio 2010 - Posted by | Diario di bordo | , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: