Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

Pregi in libertà

My Eyes Are Set On Freedom #Iranelection
Image by harrystaab via Flickr

Provocatore per natura, testardo di nascita, incline alla discussione per vocazione. Questo sono alcune delle caratteristiche che meglio mi si cuciono addosso. Alcuni potrebbero spingersi fino a chiamarli difetti congeniti, io al contrario li considero pregi e li porto come vessilli.

Arrivo da una serata tra amici animata da una discussione della quale ho acceso la miccia. Per alcuni ho offerto un’ora (circa) di appassionante dibattito, per altri sono stato il solito rompiscatole che ha impedito una tranquilla cena condita con qualche facezia e ha ridotto il numero di risate e battute nella tavolata.

Mi spiace per i secondi (sinceramente), ma ogni tanto credo sia bello, opportuno e giusto impegnarsi in discorsi che vanno oltre il “cosa si fa domani” , il “dove sei stato in vacanza” o le sempre verdi ironie donne/uomini condite da qualche battuta piccante.

Ho la presunzione (altro difetto che tramuto in pregio) che il confrontarsi in discorsi “seri” sia un modo per crescere, migliorare, creare il giusto habitat per un mondo migliore attorno a se.

In tanti mi chiameranno illuso, io di contro ribatto rendendo noto che sono perfettamente conscio dell’enormità di quello che affermo, ma sono profondamente convinto che alcune sfide impossibili nella vita vanno comunque raccolte per poter assaporare anche in minima parte il gusto della libertà.

Annunci

28 agosto 2010 - Posted by | Diario di bordo | , , , ,

2 commenti »

  1. […] Pregi in libertà August 2010 1 comment […]

    Mi piace

    Pingback di 2010 in review « Ricky | 3 gennaio 2011 | Rispondi

  2. Rientro nei secondi.
    Non che non sia contrario ai discorsi seri, ma quando si va avanti tutta la serata in loop con lo stesso discorso, solo per semantica, cosa vuol dire?
    Forse che si è tanto impegnati e accalorati nell’esposizione della propria tesi che non si ascolta gli altri?
    In quanto eravate principalmente in due a parlare e gli altri a fatica riuscivano a trovare un varco tra le vostre “chiacchere”.
    Inoltre si è rivisto il caro vecchio “sentenza”, che assomiglia a quei personaggi con la verità in mano contro cui ti batti per partito preso.

    Mi piace

    Commento di Falsapista | 29 agosto 2010 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: