Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

Voyeurismo

HBO Voyeur - EEUU
Image by Arturo de Albornoz via Flickr

Il brivido di guardare le vite degli altri senza essere notati. La possibilità di giudicare senza doversi confrontare con chi esaminiamo.

La notizia della morte di una ragazzina data alla madre tramite cellulare da giornalisti mentre è in corso la diretta televisiva.

Nessun pudore, nessun rispetto ne per i vivi ne per i morti.

Giornalisti in caccia di lacrime, disperazione e urla. Telespettatori che guardano come se trasmettessero un film poliziesco, anzi peggio, non si scollano dallo schermo, perchè c’è il brivido del voyeur.

Meglio del grande fratello, meglio di qualunque reality. Mancano solo le immagini di quando è stato compiuto l’omicidio. Ma non disperiamo, forse la prossima volta l’assassino avrà il buon gusto di filmarsi col cellulare e pubblicare il video su youtube.

Nel frattempo si fa il giro dei canali televisvi come vampiri a caccia di sangue e dolore.

8 ottobre 2010 Posted by | Società | , , , | 1 commento

Il bavaglio? Grazie, lo abbiamo già.

Nel momento in cui la democrazia italiana si avvicina ai regimi delle ex repubbliche del vecchio patto di Varsavia, ti aspetteresti che i giornalisti facciano il diavolo a quattro per destare l’opinione pubblica.

Quello che ti ritrovi invece sono editoriali molto compassati in cui le parole usate sono state misurate col calibro, chi parla è molto attento a non fare nomi e dulcis in fundo i giornalisti fanno sciopero, cioè non fanno informazione.

Sulla rete impazzano commenti, nei giornali e nelle televiosioni calma piatta. Chi sta vivendo una realtà virtuale? Gli internauti o gli altri mass media?

Il nostro governo non ha bisogno di tradurre in legge il bavaglio, la nostra stampa se lo è già messo da solo e per di pù si trova anche a suo agio.

8 luglio 2010 Posted by | Politica | , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: