Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

Pregi in libertà

My Eyes Are Set On Freedom #Iranelection
Image by harrystaab via Flickr

Provocatore per natura, testardo di nascita, incline alla discussione per vocazione. Questo sono alcune delle caratteristiche che meglio mi si cuciono addosso. Alcuni potrebbero spingersi fino a chiamarli difetti congeniti, io al contrario li considero pregi e li porto come vessilli.

Arrivo da una serata tra amici animata da una discussione della quale ho acceso la miccia. Per alcuni ho offerto un’ora (circa) di appassionante dibattito, per altri sono stato il solito rompiscatole che ha impedito una tranquilla cena condita con qualche facezia e ha ridotto il numero di risate e battute nella tavolata.

Mi spiace per i secondi (sinceramente), ma ogni tanto credo sia bello, opportuno e giusto impegnarsi in discorsi che vanno oltre il “cosa si fa domani” , il “dove sei stato in vacanza” o le sempre verdi ironie donne/uomini condite da qualche battuta piccante.

Ho la presunzione (altro difetto che tramuto in pregio) che il confrontarsi in discorsi “seri” sia un modo per crescere, migliorare, creare il giusto habitat per un mondo migliore attorno a se.

In tanti mi chiameranno illuso, io di contro ribatto rendendo noto che sono perfettamente conscio dell’enormità di quello che affermo, ma sono profondamente convinto che alcune sfide impossibili nella vita vanno comunque raccolte per poter assaporare anche in minima parte il gusto della libertà.

Annunci

28 agosto 2010 Posted by | Diario di bordo | , , , , | 2 commenti

No a bavagli e bavaglini

Nel 2001 esattamente oggi moriva Indro Montanelli, uno dei più grandi giornalisti italiani, oggi in parlamento discutono del cosiddetto bavaglino (è orribile solo il nome), sempre oggi compie un mese di vita il sito de “Il Fatto Quotidiano” che in questo poco tempo è diventato il 5° sito d’informazione in Italia per numero di visite.

Curiose tutte queste coincidenze, non trovate?

Per commemorare Montanelli, che rifiutò di diventare senatore a vita, perchè per lui un giornalista doveva sempre tenere una certa distanza dai poteri forti, nella realtà dell’unico giornale che non percepisce nemmeno un euro di denaro pubblico e come unici padroni ha i suoi lettori e in veste di blogger ricordo che se la legge bavaglio era una schifezza, il bavaglino non è la soluzione, ma solo un leggero contentino per iniziare a reprimere la libertà.

Se si concede la possibilità di iniziare a fare i primi passi verso un regime dopo è più difficile fermarsi.

22 luglio 2010 Posted by | Cultura | , , , , , | Lascia un commento

questo l’ho scritto il 20 aprile 2008

vorrei ….
 
un presidente del consiglio onesto
un parlamento formato da non più di 300 persone
parlamentari più istruiti e preparati di me
parlamentari onesti e rispettosi delle leggi
leggi che tutelino i cittadini
giornalisti liberi
università e amministrazioni pubbliche non lottizzate
poter sciegliere una persona che mi possa rappresentare
 
… ma …
 
ho avuto Berlusconi e Prodi
ho un parlamento formato da più di 1000 persone (neanche gli USA!!)
ho parlamentari che non sanno parlare nemmeno l’italiano
ho 100 parlamentari tra indagati, condannati, prescritti ecc…
vedo più precari, aumenti dei prezzi e i salari più bassi d’Europa
ho schiavi di partito che scrivono e commentano
ho rettori con tessere di partito e poltrone assegnate in base al partito di appartenenza
devo mettere una croce su un disegno
 
 
avrei tanti altri desideri da esprimere, ma visto com’è andata fino ad ora mi sa che è meglio che li tenga nel cassetto.
Più che tenerli nel cassetto, è meglio che sprango tutto l’armadio, visto com’è andata fino a oggi

13 giugno 2010 Posted by | Politica | , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: