Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

Onorevoli venduti

Sold Out
Image by Andrew Currie via Flickr

SOLD OUT!

Come nella vetrina di un negozio, come alla biglietteria di un teatro o di un cinema. Questo è l’unico commento che rimane da fare alla politica italiana.

Tutti i politici esternano, dichiarano, parlano. Proprio come dei bravi commerciali addestrati a vendere. E come ogni rappresentante che si rispetti, cambiano ditta a seconda delle offerte che ricevono.

Nessun ritegno, nessuna remora, nessun pudore. Nulla ci può più scandalizzare, ci hanno abituato al peggio e nel peggio nuotiamo da tempo, cercando per quanto possibile di stare a galla.

Gli “Onorevoli” ce li hanno venduti tutti anni or sono, oggi ci rimangono solo i piazzisti della politica.

20 dicembre 2010 Posted by | Politica | , , , , | Lascia un commento

Pluralista

Politica en Merlo

Ieri scrivevo a proposito di Lega nord. Oggi ho appena terminato di sentire il discorso di Gianfranco Fini al popolo del suo nuovo partito, che già mi preparo ad uscire per andare alla festa di Sinistra e libertà in un paesino di provincia, non prima di aver accettato di andare nei prossimi giorni a un incontro del Movimento 5 Stelle. Ieri ero alla festa del PD a Modena.

Ora sfido chiunque a dirmi che ho dei preconcetti e quasi quasi sono pronto per candidarmi. Anche se il ruolo che mi si addice è l’imperatore. A differenza di quello che già abbiamo io non nosconderei le mie ambizioni e sarei onesto nel chiamarle con le giuste parole. Inoltre non ho pendenze con la legge, processi in corso o prostitute che mi possono ricattare. Ho già trovato anche i cartelli per la campagna elettorale…

5 settembre 2010 Posted by | Politica | , | Lascia un commento

L’ex fascista ci salverà dal nuovo fascismo?

Nella torrida estate politica italiana, si prospetta uno scenario agghiacciante. Fini sbugiardato dal PDL perde l’appoggio dei dissidenti di destra, che o si sottomettono incondizionatamente al padrone o sono epurati.

A breve seguito nel primo autunno verranno proposte leggi “ad personam” e “ad castam” che blinderanno la posizione del Primo Ministro e della sua maggioranza, che avranno libertà d’azione su ogni cosa. Dai processi che non si faranno a quelli che si concluderanno con un nulla di fatto, dall’informazione controllata a quella imbavagliata, dalla mafia non combattuta a quella istituzionalizzata.

A noi rimarrà la scelta se questo periodo storico lo vogliamo chiamare fascismo o berlusconismo.

Si parla di fine della seconda repubblica, ma la terza potrebbe essere peggio delle prime due … e un brivido scorre lungo la schiena.

Per sdrammatizzare vi posso dire che dobbiamo sperare nell’onestà di un ex fascista per non tornare al ventennio, comico no?

13 agosto 2010 Posted by | Politica | , , , | Lascia un commento

Via d’Amelio 19/07/1992

Le parole qui sotto non sono dichiarazioni di questi giorni e per questo sono spaventosamente attuali.

  « L’equivoco su cui spesso si gioca è questo: si dice quel politico era vicino ad un mafioso, quel politico è stato accusato di avere interessi convergenti con le organizzazioni mafiose, però la magistratura non lo ha condannato, quindi quel politico è un uomo onesto. E NO! questo discorso non va, perché la magistratura può fare soltanto un accertamento di carattere giudiziale, può dire: beh! Ci sono sospetti, ci sono sospetti anche gravi, ma io non ho la certezza giuridica, giudiziaria che mi consente di dire quest’uomo è mafioso. Però, siccome dalle indagini sono emersi tanti fatti del genere, altri organi, altri poteri, cioè i politici, le organizzazioni disciplinari delle varie amministrazioni, i consigli comunali o quello che sia, dovevano trarre le dovute conseguenze da certe vicinanze tra politici e mafiosi che non costituivano reato ma rendevano comunque il politico inaffidabile nella gestione della cosa pubblica. Questi giudizi non sono stati tratti perché ci si è nascosti dietro lo schermo della sentenza: questo tizio non è mai stato condannato, quindi è un uomo onesto. Ma dimmi un poco, ma tu non ne conosci di gente che è disonesta, che non è stata mai condannata perché non ci sono le prove per condannarla, però c’è il grosso sospetto che dovrebbe, quantomeno, indurre soprattutto i partiti politici a fare grossa pulizia, non soltanto essere onesti, ma apparire onesti, facendo pulizia al loro interno di tutti coloro che sono raggiunti comunque da episodi o da fatti inquietanti, anche se non costituenti reati. »
 
(Paolo Borsellino, 26/01/1989)

Per non dimenticare e per non arrendersi.

19 luglio 2010 Posted by | Politica | , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: