Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

San Giovanni farà vedere gli inganni?

see filename

Image via Wikipedia

Un mese di chiacchere. Questo è quanto ci ha garantito la nostra politica per il prossimo periodo. Tutto quello che vedremo e ascolteremo sono solo chiacchere da bar.

Il giorno fatidico a cui prestare attenzione sarà solo il 14 dicembre.

In quella data sia Camera che Senato voteranno le mozioni di sfiducia al governo e sempre lo stesso giorno la Corte Costituzionale si pronuncerà sul cosiddetto “legittimo impedimento”.

Dal 15 dicembre si inizierà a far sul serio con uno scenario possibile piuttosto divertente, cioè Berlusconi sfiduciato ma che ottiene il parere favorevole sul “legittimo impedimento”. In questo caso riaprirebbe di corsa il processo “Mills” che potrebbe arrivare a concludersi prima di nuove elezioni, per cui senza che si possa appellare alla nuova legge “ad personam”.

Di contro l’unica possibilità di salvezza per B. è di ottenere fiducia e legittimo impedimento. Solo così potrebbe allontanarsi dalle aule di tribunale e da una condanna che sembra scontata.

Se a qualcuno interessa il 14 dicembre si festeggia San Giovanni della Croce, se qualcuno volesse fare una preghierina…

Annunci

16 novembre 2010 Posted by | Politica | , , , , | 1 commento

Il polpo è morto la piovra è viva

Berlusconi Fail - Lodo Alfano Rejected
Image by 4v4l0n42 via Flickr

Alcune notizie interessanti che non so se sono passate nei telegiornali Rai e Mediaset:

  •  Hanno dato un pugno in faccia a Capezzone. Partito il solito sciame di condanna al gesto e solidarietà a Capezzone. Nessuno che si sia permesso di dire la verità: “chi semina vento raccoglie tempesta”.
  • La magistratura di Roma ha concluso le indagini sulla casa di Montecarlo: non è stato commessa nessuna frode e non ci sono estremi di sorta per alcuna azione penale. Il sottotitolo è: “Ci hanno rotto le scatole per mesi con una montatura e nel frattempo si sono dimenticati di governare l’Italia”
  • In un’autorevole classifica estera sulla percezione della corruzione l’Italia è nuovamente scesa in classifica. Nella stessa classifica è preceduta addirittura dal Rhuanda. Adesso voglio vedere chi avrà il coraggio di dire che non siamo un paese da terzo mondo.
  • Nel mondo politico tiene banco il tema giustizia con al centro il famoso Lodo Alfano. Nel frattempo Berlusconi cambia versione tre volte sulla questione dicendo prima di non aver chiesto nulla, poi ammettendo che è una questione pressante. Anche qui nessuno dice la verità apertamente: se la Corte Costituzionale dichiarasse il “legittimo impedimento” incostituzionale, riaprerebbe il processo “Mills” e potrebbe arrivare a sentenza in tempi brevi.

Per fortuna tutti i telegiornali ci hanno informato sulla notizia più importante del giorno: il polpo Poul è morto.  Sarà perchè è l’unica cattiva notizia per la quale il nostro governo (e il suo premier) sono estranei?

26 ottobre 2010 Posted by | Politica | , , | Lascia un commento

Dimissioni

Gli ex compagni di partito di Fini chiedono le sue dimissioni per la vicenda monegasca, dove ancora non è chiaro se e in che misura sia coinvolto il Presidente della Camera.

A far da contr’altare c’è l’assordante silenzio all’indomani della sentenza Mills nella quale si accertò che Mills è stato corrotto da Berlusconi, per dire il falso in tribunale.

Berlusconi è un corruttore e nessuno chiede le sue dimissioni, Fini non si capisce nemmeno quanto sia coinvolto con un appartamento all’estero dove è in affitto il fratello della sua compagna (nemmeno moglie) e dovrebbe dimettersi?

Per una volta potrei essere d’accordo con la par condicio, perchè non si dimettono entrambi?

9 agosto 2010 Posted by | Politica | , , , | Lascia un commento

Qual’è la notizia?

Tra le notizie apparse ultimamente su giornali e telegiornali una che ha avuto maggior rilievo e spazio è quella riguardante un appartamento a Montecarlo (Principato di Monaco) che in una qualche misura è collegabile a Gianfranco Fini.

Per chiarire la questione faccio un breve riassunto. Feltri sul suo giornale, qualche giorno fa pubblica in prima pagina con relativo titolone che Gianfranco Fini sarebbe coinvolto in qualche oscura operazione immobiliare a Montecarlo.

La realtà dei fatti è che una vecchia signora, alla sua morte ha lasciato in eredità ad Alleanza Nazionale alcuni immobili, tra cui un appartamento a Montecarlo. Detto immobile viene venduto da AN a una società off-shore per una cifra molto bassa rispetto al valore di mercato, la società off-shore rivende il bene a un prezzo notevolmente più alto ad un’altra società con sede nel medesimo paradiso fiscale. In fine l’ultima società concede l’appartamento in affitto al cognato di Fini.

Ricapitolando stiamo parlando di un immobile all’estero donato da una defunta a un’associazione politica (soggetto privato) che non esite più in quanto confluita nel partito attualmente al governo e un parente acquisito di uno dei principali leader di questo movimento attualmente lo ha in affitto.

A mio parere la notizia è la prova comprovata che Silvio Berlusconi ha il potere di manovrare i mass-media italiani a suo piacimento. Infatti i titoloni sono apparsi in concomitanza con il distacco tra Fini e Berlusconi.

Più che di giustizia a orologeria, il Presidente del Consiglio dovrebbe spiegare (con l’aiuto di Vittorio Feltri e altri) l’uso privatistico e a orologeria della stampa in Italia.

A questo punto bisogna scegliere se la notizia è l’evidenza del conflitto di interessi e l’uso deviato dei mezzi di comunicazione in Italia, o la vicenda di un soggetto privato inerente un appartamento all’estero.

6 agosto 2010 Posted by | Politica | , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: