Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

Stato S.p.A.

Day 6/365 : When I was happy to hold all this ...

Image by ~jjjohn~ via Flickr

Il nostro futuro (se non già il presente) è vivere secondo le regole dettate da un’enorme holding che come ragione sociale utilizzerà quella dello stato.

Ci saranno assets che gestiranno acqua, istruzione, sanità, trasporti, strade e ovviamente la holding avrà lo studio legale che gestirà la giustizia.

La nostra vita sarà dettata dal comportamento che avremo con il direttore del dipartimento rifiuti o dal menager dell’area servizi ospedalieri. I cittadini saranno consumatori che verranno raggiunti da pubblicità a seconda del target.

Dimentichiamoci il diritto all’istruzione, alla salute, dimentichiamo la libera circolazione per non parlare dell’informazione.

La parola sociale sarà utilizzata soltanto in riferimento ai soci, ai consigli d’amministrazione e all’utile.

Annunci

3 settembre 2010 Posted by | Politica | , , | Lascia un commento

Prigionieri dello stato

Come ad Alcatraz o a Sing Sing, siamo circondati da guardie che alla prima alzata di testa usano il manganello. Se qualcuno non ci crede, vada a chiedere…

– a chi è stato pestato alla Diaz durante il G8 di Genova;

– agli aquilani che oggi le hanno prese (sindaci compresi) a Roma solo perchè volevano far presente che non hanno di che pagare le tasse (tra l’altro ora gli tocca pagare anche gli interessi sulle tasse … roba da non credere!);

– a chi protestava contro l’ampliamento di una base militare targata USA;

– a chi molto più banalmente non può andare allo stadio perchè un fantomatico osservatorio lo vieta oppure deve prenotare il biglietto una settimana prima o fare la tessera del tifoso (ma si può che per andare allo stadio devo andare a dare i miei dati in questura? non sono mica un delinquente!);

… e potremmo continuare l’elenco ancora per un po’.

I politici italiani nel frattempo sono impegnati a discutere di intercettazioni, lodi in favore di una o più cariche dello stato, e a svincolarsi quanto più possibile dalla realtà quotidiana. Per loro non c’è problema perchè a far chinare la testa al popolo bove ci sono le forze dell’ordine, che come prima missione non hanno più quella di difendere i cittadini, ma devono preoccuparsi di difendere i palazzi dei potenti, queste nuove torri d’avorio.

Sempre più spesso ho la sensazione di non essere più un cittadino ma di essere un prigioniero dalla mia patria, prigioniero innocente come in un film… come ad Alcatraz, come a Sing Sing.

7 luglio 2010 Posted by | Politica | , , , , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: