Ricky

l'acqua cheta che macina i ponti

Suicidal tendencies

Hell is warmer
Image by quinn.anya via Flickr

Fuggire dalla vita ad alcune persone, a volte, appare come l’unica possibilità, il solo e unico rimedio, ma non di rado chi si avvia per questa strada dimentica (per fortuna) che la vita corre veloce e non è facile lasciarsela alle spalle.

Un’altra cosa che chi fugge dimentica è il dolore che causa. Il suicidio è un’atto di vigliaccheria e il tentarlo e non riuscirvi è doppiamente da vigliacchi.

Scisso tra sollievo, dispiacere e rabbia, ringrazio per un fallito tentativo con il cuore stretto in una morsa di dispiacere nel vedere tanto malessere in una persona a me cara.

La mia mente però non può tacere che colui che ha provato a farla finita ha condannato i suoi cari ad anni di futura sofferenza e con un gesto ha prenotato un posto di prima classe all’inferno.

19 ottobre 2010 Posted by | Diario di bordo | , , | Lascia un commento

Tocca la riga

Cadburys Tempo

Image via Wikipedia

Ciurma questa sera non ho la forza (tantomeno il tempo, che è sempre tiranno e a volte anche un po’ bastardo) per dilungarmi in grandi discorsi. Vi dico (anzi scrivo) solo che nei prossimi giorni alcune importanti notizie sul vostro capitano verranno divulgate ed ampiamente trattate.

E’ un po’ come quando gli atleti in allenamento eseguono il “suicidio”, l’esercizio che prevede di andare continuamente di scatto da una riga all’altra del campo toccandole tutte. Alla fine sei esausto ma dentro monta la soddisfazione per esserne uscito “vivo”.

Ebbene io sono ancora li che tocco le righe e corro come un forsennato. A breve spero di raccontarvi di qualche soddisfazione.

In questo periodo mi servirebbe un clone, ma come mi disse un mio amico guardandomi in faccia “gli dei non lo permetterebbero un tuo clone”.

15 settembre 2010 Posted by | Diario di bordo | , , | Lascia un commento

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: